Santuari Siciliani

Santuario della Madonna di Custonaci

Oggi ci rechiamo nella provincia di Trapani per parlarvi del Santuario della Madonna di Custonaci: patrona dei comuni dell’Agro ericino.

santuario Madonna Custonaci
Foto instagram di Francesco Anselmo (freeshark81)

Si tratta di un culto antichissimo risalente al 1400. Si narra che una nave veneziana, o francese, scampò ad un catastrofico naufragio dopo aver invocato l’aiuto di Maria Santissima. Riuscì miracolosamente, a salvarsi sbarcando presso la Baia di Cornino (già Cala Bukutu). L’equipaggio, grato alla Madonna ed alla popolazione locale per il salvataggio e le cure, donò ai custonacesi un dipinto ad olio della Madonna. Il dipinto probabilmente proviene da un artista della bottega di Antonello da Messina. Esso è datato 1471 o 1521 (nonostante la data sia venuta fuori finalmente in seguito ad un recente restauro non è facilmente leggibile).

Nei secoli successivi il culto si diffuse in tutto l’Agro ericino. Portando non solo ad essere eletta Patrona principale di Monte San Giuliano (Erice) nel 1630 ma anche Patrona di Trapani, nel 1776, in seguito alle piogge cadute che salvarono i raccolti dei contadini minacciati da una lunga e dannosa siccità.

santuario Madonna Custonaci
Foto Instagram di Giovanni Di Dia (gio_didia60)

La Parrocchia attuale fu eretta nel 1909, ma vi erano precedenti luoghi di culto. Questi edificati fin dal Cinquecento e ricostruiti poi fra il 1727 ed il 1772 fino al grandioso restauro di fine Ottocento avvenuto ad opera di Mons. Giuseppe Rizzo. Il culto è talmente sentito dai devoti da inspirare l’edificazione di due statue. Una statua marmorea della “Regina Pacis” realizzata da Giuseppe Cortese che sorge nel Parco di Cerriolo. Ed un’altra statua, “Stella Maris” di circa 5 metri, in perlato di Sicilia, collocata nei fondali marini antistanti le acque della Baia di Cornino, a ricordare il primo storico arrivo della Madonna a Custonaci.

In realtà ogni anno, nella settimana che precede l’ultimo mercoledì di agosto, si celebra una vera e propria rievocazione storico-religiosa che celebra “lo sbarco della Madonna”. In tale occasione si svolge una processione in mare. Accompagnata da molti pescatori a bordo delle loro barche, cui seguono spettacolari giochi pirotecnici e il trasporto su una macchina a spalla fino al Santuario della Madonna di Custonaci. La festa si conclude poi il mercoledì con la tradizionale processione per le vie della città di Custonaci.

 

Andrea Santoro

One comment on “Santuario della Madonna di Custonaci

[…] Santuario della Madonna di Custonaci […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello