Castelli Siciliani

Castello di Milazzo

La città fortificata di Milazzo, comunemente nota come “il Castello di Milazzo”, è un esempio preziosissimo della storia della terra di Sicilia, del suo regno e le sue dominazioni. Ha una superficie di oltre 7 ettari e rappresenta la cittadella fortificata più grande di Sicilia; 12.070 mq coperti da fabbricati. Esso si staglia sul paesaggio di Milazzo alla sommità dell’antico “Borgo” configurandosi come uno dei complessi fortificati più significativi d’Europa.

Castello di Milazzo
Foto instagram di Daniele e Deborah (d2_film)

Il complesso monumentale fonda le ragioni della sua collocazione sullo straordinario valore strategico della penisola di Milazzo. Il castello si protende verso le Isole Eolie, a presidio di una rada naturale che ha costituito da sempre uno dei porti più importanti della Sicilia.

“La Cittadella Fortificata” rappresenta infatti uno dei pochi esempi di architettura militare. Qui ancora esistono sistemi difensivi realizzati nel corso di circa 10 secoli da chi governava questo territorio.
Esso sorge sui primitivi insediamenti greci, romani, bizantini, musulmani. Tuttavia i primi documenti risalgono al periodo normanno (XI-XII sec.) quando venne edificato il Mastio. Federico II di Svevia Hohenstaufen (XIII sec.) grazie all’ingegno di Riccardo da Lentini, ampliò la fortificazione attorno al Mastio.

Castello di Milazzo
Foto instagram di Paolo Salleo (paolosalleo)

Dopo un breve periodo sotto la dominazione Angioina, subentrano gli Aragonesi. Sotto Alfonso il Magnanimo il castello viene ristrutturato e per volontà di Ferdinando il Cattolico, nella seconda metà del ‘400 viene costruita la “Cinta aragonese”, che ingloba la struttura federiciana. Nei primi decenni del 1500 iniziarono i lavori per la costruzione della “Cinta spagnola”, struttura che include il vecchio abitato medievale che in quest’area si era sviluppato nel corso dei secoli e che è in parte visibile all’interno degli scavi.

Tra il ‘600 e il ‘700, qui erano presenti vari edifici civili come il Palazzo dei Giurati situato di fronte al Duomo Vecchio. Nel 1860 dopo la conquista di Garibaldi, l’esercito borbonico abbandona il presidio che aveva nel castello. Dal 1880 al 1959 il Castello di Milazzo è adibito a carcere. Dopo un lungo periodo di abbandono e incuria, tra il 1991 e il 2002, e tra il 2008 e il 2010, il complesso è stato oggetto di due importanti restauri.

Oggi risulta tra le fortezze più visitate. Ci sei mai stato?

 

Francesco Luca Ballarò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello