A Spasso tra...

Cascata delle due Rocche, Corleone

Secondo il sito web Hundredrooms è la cascata più sconosciuta d’Italia ed anche tra le più gettonate. Stiamo parlando della Cascata delle due Rocche.

Si trova a Corleone, nell’entroterra della provincia di Palermo, a pochi passi dal centro storico, alle spalle della piccola chiesa della Madonna delle Rocche. Il suo nome deriva dal fatto che la cascata si trova all’altezza di circa 4 metri, tra due alte rocche, formata dal salto del fiume San Leonardo, un affluente del fiume Belice, che finisce su un piccolo laghetto e poi prosegue il suo percorso perdendosi nel bosco.

Cascata delle due Rocche, Corleone
Foto instagram di Francesco Anselmo (anselmoeditore)

In questo incantevole scenario naturalistico, oltre alle bellezze naturalistiche, si possono anche ammirare i resti di un acquedotto di origine medievale. Un vero  e proprio viaggio nel tempo.

Essendo poco nota e in mancanza di segnaletica, raggiungere la Cascata delle Due Rocche diventa veramente un’avventura, proprio come quelle di Indiana Jones. Bisogna quindi affidarsi alla gentilezza dei passanti, sempre prodighi a dare indicazioni, solo così si riesce a raccogliere maggiori informazioni per come raggiungerla. Probabilmente è proprio per questo che ha mantenuto il suo status di luogo pressoché incontaminato.

Si tratta di un’esperienza di circa mezz’ora, che vi consigliamo di fare, perché sarete avvolti dalla natura, con il cinguettio degli uccellini e il suono dell’acqua che scorre.

Naturalmente il periodo migliore per visitarla è la primavera, momento in cui il fiume è ricco d’acqua e si possono ammirare tutti gli splendidi colori che sa regalare questa stagione. Invece in estate, a causa della siccità il fiume perde la sua potenza e dunque c’è poca acqua.

Ti consigliamo inoltre, di indossare indumenti comodi e scarpe da ginnastica o da trekking, il  terreno potrebbe presentarsi a tratti fangoso. I sentieri che ti condurranno alla Cascata delle due Rocche non sono molto agevoli da percorrere ma ne varrà la pena. Credimi!

 

Floriana Galizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *