A Spasso tra...

Caletta a Sant’Elia, Palermo

Se hai voglia di una gita poco impegnativa alle porte di Palermo, facilmente percorribile a piedi, ti consigliamo di visitare il borgo di Sant’Elia, frazione del comune di Santa Flavia. Si tratta del più piccolo e romantico dei borghi marinari siciliani.

Caletta a Sant’Elia, Palermo
Foto instagram di Momonastia

La nascita del borgo è legata all’attività della tonnara di Solanto e all’attività di pesca. Proprio alle sue spalle troviamo infatti il promontorio di Solanto, con i resti archeologici dell’antica città fenicia. Basta spostarsi verso est e troviamo la frazione di Porticello, mentre ad ovest si trova Capo Zafferano.

La Caletta a Sant’Elia è una piccola ma splendida baia a forma di “U” allungata, che ogni anno attrae visitatori e turisti da tutto il mondo, ma anche le persone dei paesi limitrofi che vogliono trascorrere una giornata lontana dai rumori della città, godendo del mare e del paesaggio che Sant’Elia ha da offrire.

Caletta a Sant’Elia, Palermo
Foto instagram di Hermes Pupella (hermes_pupella_photography)

Sovrastata da due promontori sui lati, sfocia in un mare blu limpido. Nei suoi lati si trovano alcune abitazioni, che rendono il paesaggio molto suggestivo in ogni stagione dell’anno. Ad esempio in estate nelle prime ore pomeridiane la caletta offre una gradevole ombra, permettendo di bagnarsi al riparo del caldo estivo.

La piccola spiaggia di Sant’Elia si presenta come un quadro siciliano. Essa è caratterizzata dalla presenza di una casetta bianca a due piani, con tetto spiovente sul mare. La casetta bianca è diventata il simbolo del tratto di costa di Sant’Elia.

Sul promontorio che guarda Capo Zafferano si trova una piccola edicola  votiva bianca, con una croce sulla sommità. Non particolare dal punto di vista architettonico, ma la sua posizione la rende assolutamente un luogo da vedere,  dove poter ammirare un panorama mozzafiato.

Segnatelo sul tuo taccuino e raccontami la tua avventura! Alla prossima!

 

Floriana Galizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *